Luoghi dell' Infinito > Taccuino > Gli anni Venti in Italia

Gli anni Venti in Italia

​Gli anni Venti rappresentano una fase di transizione storica tra il trauma della Grande Guerra e la crisi economica e finanziaria, preannunciata nel 1929 dal crollo della Borsa di New York. Un periodo che vedrà in Europa l’affermazione di regimi dittatoriali, i quali condurranno il mondo verso la catastrofe di un altro conflitto. In Italia, le turbolenze del primo dopoguerra favoriranno l’ascesa al potere del fascismo, che anche in campo artistico determinerà il ritorno all’ordine, con un forte richiamo alla tradizione classica. Ma accanto alla cultura ufficiale, il clima di incertezza alimenta una serie di linguaggi alternativi, tendenti a esplorare universi spirituali, onirici ed enigmatici, costituendo una vera e propria fuga dalla realtà. In mostra circa cento opere per delineare la complessità di quel decennio, attraverso le ricerche estetiche in pittura e scultura. L’uomo della folla, identità e differenze, angosce e incubi sottolineati dalle opere di Severini, De Chirico, Casorati, Funi, Martini e altri. Uno scavo nel profondo, da cui emergono le paure del futuro. “Anni Venti in Italia. L’età dell’incertezza”, a cura di Matteo Fochessati e Gianni Franzone. Genova, Palazzo Ducale. Fino al 1° marzo 2020. Catalogo Sagep. Informazioni: palazzoducale.genova.it.