Luoghi dell' Infinito > Taccuino > A Genova gli inganni rivelatori di Escher

A Genova gli inganni rivelatori di Escher

​Più di duecento opere capaci, ognuna, di creare un istantaneo sconcerto spiazzando lo spettatore. Sono i lavori grafici dell’olandese Maurits Cornelis Escher (1898-1972), maestro geniale dell’illusionismo ottico
e dei giochi speculari. Otto sezioni che raccolgono capolavori come Mano con sfera riflettente (1935), Giorno e notte (1938), Vincolo d’unione (1956) e la serie degli Emblemata. L’universo immaginifico di Escher viene inoltre messo a confronto con le opere di Giovanni Battista Piranesi e Victor Vasarely.“Escher”, a cura di Mark Veldhuysen e Federico Giudiceandrea. Genova, Artelier, Palazzo Ducale. Fino al 20 febbraio. Info: mostraescher.it.